L'inquinamento atmosferico. IPA, idrocarburi policiclici aromatici (il più noto è il benzene) che derivano dalla combustione; L’inquinamento atmosferico è presente in tutto il mondo, soprattutto nelle aree più industrializzate. Quali sono le conseguenze e quali i rimedi possibili. Inquinamento dell’aria: le conseguenze Gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) sono composti contenenti solo atomi di carbonio e di idrogeno (anelli benzenici in struttura piana). attività vulcaniche . Anche le aree portuali sono interessate da questo tipo di inquinamento. immesse nell'aria dai fenomeni naturali. attentamente l'inquinamento di varia natura (chimico, atmosferico, acustico etc. Insieme ad un rapporto che evidenzi come la Società proponente il progetto abbia i requisiti Certamente, però, nell’ambiente dell’inquinamento di origine agricola sono i più dannosi i pesticidi, come i diserbanti, gli anticrittogamici e gli insetticidi, che sono molto tossici e difficilmente degradabili. benzene. etc. FONTI DI EMISSIONE DI IDROCARBURI NELL’ARIA Processi di evaporazione dai punti di lavorazione e dalla combustione incompleta del carbone, dei combustibili liquidi Combustione dei rifiuti e dalla lavorazione del petrolio Impianti di combustione, le industrie petrolchimiche i Le fonti artificiali di contaminazione derivano dalle attività umane. Gli idrocarburi aromatici policiclici (IPA o PAH dall'inglese) sono composti naturalmente presenti nel petrolio o nel carbone, e dai quali possono essere prodotti a causa di una combustione incompleta di altre molecole (vedi inquinamento atmosferico). Con il termine inquinamento atmosferico si intendono tutti i fattori (chimici, biologici, fisici) che modificano la composizione e le caratteristiche chimico-fisiche dell'atmosfera terrestre.. L’inquinamento di origine agricola è dato dall’uso sconsiderato dei fertilizzanti chimici. idrocarburi. incendi. decomposizioni animali e vegetali . ), diretto o indiretto sull'area sottoposta al progetto di ricerca di idrocarburi, sulle aree adiacenti e sull'intero bacino Mediterraneo a breve e lungo termine. L'inquinamento da idrocarburi è principalmente dovuto: - alla scarico in mare di acque usate per lavare serbatoi di petroliere - al petrolio fuoriuscito da petroliere danneggiate o naufragate - a perdite di piattaforme petrolifere o ad incidenti che su queste si verificano. E’ causato principalmente da incidenti alle piattaforme petrolifere e alle navi adibite al trasporto di idrocarburi, ma anche dallo scarico in mare delle acque utilizzate per lavare i serbatoi delle navi cisterna. La strategia dell'UE in materia di qualità dell'aria mira a conseguire il pieno rispetto della normativa in vigore sulla qualità dell'aria entro il 2020 e stabilisce obiettivi a lungo termine per il 2030. Più del 70% del monossido di carbonio e più del 60% degli ossidi di azoto e degli idrocarburi rilasciati nell'atmosfera vengono prodotti da autoveicoli alimentati a benzina o a gasolio. Inquinamento da idrocarburi. L'inquinamento atmosferico è causato principalmente dal settore industriale, dei trasporti, della produzione energetica e da quello agricolo. Gli idrocarburi policiclici aromatici ed il benzo(a)pirene - B(a)P Gli idrocarburi policiclici aromatici ed il benzo(a)pirene - B(a)P Stampa Descrizione. L’inquinamento atmosferico si crea quando sono presenti nell’aria particelle di materia e sostanze chimiche che procurano rischi o danni alla salute delle persone e all’ambiente naturale. La professoressa Eloise Marais dell’UCL, coautrice dello studio, spiega: «I rischi di inalare queste particelle, note come PM2.5, sono ben documentati.Il nostro studio si aggiunge alla crescente evidenza che l’inquinamento atmosferico derivante dalla continua dipendenza dai combustibili fossili è dannoso per la salute globale. radioattivo e quello da idrocarburi.