Lampade a sodio ad alta pressione (chiare e opali): Valori indicativi specificati di efficacia e di prestazione per le lampade a sodio ad alta pressione (livello parametri di riferimento). Pertanto, la norma è passibile di applicazione, per interpretazione estensiva, ad ipotesi che presentino tutti i seguenti requisiti: 1) materialità dell’immissione, cioè che essa cada sotto i sensi dell’uomo ovvero influisca oggettivamente sul suo organismo (per esempio, radiazioni nocive) o su apparecchiature (per esempio, correnti elettriche e onde elettromagnetiche); 2) carattere indiretto o mediato dell’immissione, nel senso che essa non consista in un facere in alienum, ma costituisca ripercussione di fatti compiuti, direttamente o indirettamente dall’uomo, nel fondo da cui si propaga; 3) attualità di una situazione di intollerabilità, non semplice pericolo di essa, derivante da una continuità, o almeno periodicità, anche se non a intervalli regolari, dell’immissione. Le ricordo inoltre di inviarmi a mezzo e-mail tutta la documentazione necessaria. Non è certo questa la stagione per parlare di panni stesi ad asciugare sui balconi. tutti gli apparecchi di illuminazione per le lampade fluorescenti senza alimentatore integrato e per le lampade a scarica ad alta intensità devono essere compatibili con gli alimentatori conformi ai requisiti della terza fase. 1 - Nicole MAS. Construction maison Lucé, Eure-et-Loir (28) - Constructeur de maisons neuves individuelles sur plan et aux normes thermiques RT 2012, tout confort. Per determinare la presenza di un secondo involucro, i tubi di scarica delle lampade a scarica ad alta intensità non sono considerati un involucro; «unità di alimentazione della sorgente luminosa»: uno o più componenti fra l'alimentazione e una o più sorgenti luminose che possono servire a trasformare la tensione di alimentazione, limitare la corrente delle lampade al valore richiesto, fornire la tensione di innesco e la corrente di preriscaldamento, evitare l'innesco a freddo, correggere il fattore di potenza o ridurre l'interferenza radio. 844. In assenza di misure specifiche tale consumo dovrebbe salire a 260 TWh nel 2020. Per le lampade fluorescenti per funzionamento a 50 Hz (frequenza di rete) (ove applicabile) e ad alta frequenza (> 50 Hz) (ove applicabile) per lo stesso flusso luminoso specificato in tutti i casi, indicando per il funzionamento ad alta frequenza la corrente di calibrazione delle condizioni di prova e/o la tensione specificata del generatore AF con la resistenza. Occorre stabilire i requisiti per la progettazione ecocompatibile dei prodotti oggetto del presente regolamento per migliorare le prestazioni ambientali degli stessi, contribuendo al funzionamento del mercato interno e all’obiettivo comunitario di ridurre il consumo di energia del 20 % entro il 2020. «contenuto di mercurio della lampada»: la quantità di mercurio contenuto nella lampada; «fattore di mantenimento dell'apparecchio di illuminazione» (LMF): il rapporto fra il flusso luminoso emesso in un determinato momento e il flusso iniziale di un apparecchio di illuminazione; «fattore di utilizzazione» (UF) di un impianto per una superficie di riferimento: il rapporto fra il flusso luminoso ricevuto dalla superficie di riferimento e la somma dei flussi individuali delle lampade dell'impianto. per gli alimentatori delle lampade fluorescenti deve essere indicato un indice di efficienza energetica (EEI) in base alla definizione seguente. (n. 3889/77) con riferimento appunto all’art. A maggior ragione, se, a tutto ciò, si aggiunge il disagio di dover subire lo stillicidio dei panni stesi, non potendosi ritenere lecita o comunque legittima tale pessima abitudine, se pur inveterata. TAR Regione Lombardia Sentenza del 2 luglio 2008 a favore delle procedure di acquisizione degli impianti d’illuminazione non di proprietà. 1 – SENTENZE SPEGNIMENTO DI FARI ROTANTI 2 – SENTENZE PER LUCI INTRUSIVE 3 – RICORSI AL TAR E PER APPALTI IN AMBITO ILLUMINAZIONE PUBBLICA, PRETURA CIRCONDARIALE DI BERGAMO Verbale di Causa – N. 1984191 R.G. Requisiti per la prestazione energetica degli apparecchi di illuminazione. 24). Cette carte du cadastre de Sainte-Luce vous permet de consulter les enregistrements complets des biens immobiliers, des terres et des forêts dans la ville de Sainte-Luce et ses alentours. regolazione per rispondere ai cambiamenti nelle esigenze di illuminazione (durante le ore lavorative, per un lungo periodo o a seguito di modifiche delle funzionalità). Il presente regolamento deve favorire la penetrazione sul mercato di tecnologie che consentano di migliorare l’efficienza energetica dei prodotti in questione, con risparmi annui di energia stimati a 38 TWh nel 2020 rispetto a uno scenario che lasci immutata la situazione attuale. sono disconnessi. Informazioni di prodotto per le lampade. Le seguenti informazioni sui modelli pertinenti sono fornite su un sito web a libero accesso e nelle altre forme ritenute appropriate dai produttori: le informazioni applicabili di cui all'allegato III.3.2 e all'allegato V; i valori del fattore di utilizzazione per le condizioni stradali normali in forma di tabella per la classe stradale definita. La tabella 17 presenta le classi EEI per gli alimentatori progettati per funzionare con le lampade riportate nella tabella o con altre lampade progettate per funzionare con gli stessi alimentatori delle lampade elencate nella tabella (i dati di riferimento degli alimentatori sono identici). Le seguenti lampade sono escluse dall'ambito di applicazione del presente regolamento: le lampade che non sono sorgenti di luce bianca ai sensi della definizione di cui all'allegato II; tale esclusione non si applica alle lampade al sodio ad alta pressione; le lampade che sono sorgenti direzionali di luce ai sensi della definizione di cui all'allegato II; le lampade destinate a essere utilizzate in applicazioni diverse dall'illuminazione generale e le lampade incorporate in altri prodotti senza funzione di illuminazione generale; le lampade con le caratteristiche seguenti: almeno il 6 % della radiazione totale dell'intervallo 250-780 nm nell'intervallo 250-400 nm. 844 del Codice Civile individua nella soglia della “normale tollerabilità” il compromesso accettabile tra le opposte esigenze dei vicini di casa e condomini con la persona/famiglia che detiene il pollaio. Use quotation marks to search for an "exact phrase". Valori specificati di efficacia minima per le lampade T8 e T5, Efficacia luminosa specificata (lm/W), valore iniziale 100 h. Le lampade fluorescenti ad attacco singolo devono avere i seguenti valori specificati di efficacia luminosa a 25 °C. Procedura di verifica a fini di sorveglianza del mercato. Prestazioni delle unità di alimentazione delle sorgenti luminose. Parametri indicativi di riferimento per prodotti fluorescenti e a scarica ad alta intensità. Le lampade a sodio ad alta pressione con Ra ≤ 60 devono presentare almeno i valori specificati di efficacia luminosa di cui nella tabella 7: Valori specificati di efficacia minima per le lampade a sodio ad alta pressione, Efficacia specificata [lm/W] — lampade chiare, Efficacia specificata [lm/W] — lampade non chiare. Il consumo di energia degli alimentatori per lampade fluorescenti non deve superare 1,0 W quando le lampade ad essi collegate non emettono luce in condizioni operative normali e quando gli altri eventuali componenti connessi (connessioni di rete, sensori ecc.) In particolare, i benefici derivanti da una riduzione del consumo di energia elettrica nella fase di uso dovrebbero più che compensare i possibili ulteriori impatti ambientali nella fase di produzione dei prodotti in questione. I requisiti di cui nella tabella 7 si applicano alle lampade a sodio ad alta pressione installate come retroadattamento progettate per funzionare con organi di comando per lampade a vapori di mercurio ad alta pressione solo 6 anni dopo l'entrata in vigore del presente regolamento. L’adozione di requisiti in materia di efficienza energetica delle lampade oggetto del presente regolamento permetterà di ridurre il contenuto globale di mercurio delle lampade. Otto anni dopo l'entrata in vigore del presente regolamento: le lampade fluorescenti senza alimentatore integrato devono essere progettate per funzionare con alimentatori almeno di classe di efficienza energetica A2 ai sensi dell'allegato III.2.2. Créé en 2011 par Elise Lucet, Laurent Richard, Luc Hermann et Jean-Pierre Canet, le progra… La direttiva 2000/55/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 settembre 2000, sui requisiti di efficienza energetica degli alimentatori per lampade fluorescenti (3) è una misura di esecuzione della direttiva 2005/32/CE e ha un effetto duraturo sugli alimentatori installati, vista la lunga durata di vita degli apparecchi di illuminazione e degli alimentatori magnetici. – N. 4008191A Cron. Fax : 02 37 27 70 48. 1). L'inhumation de l'urne aura lieu à 14 h 30 au cimetière de Caunes-Minervois Notre gouvernement a confirmé en ce début de semaine le prélèvement à la source pour votre IRPP à compter du 01/01/19. Le lampade fluorescenti ad elevata efficienza energetica con il contenuto di mercurio più basso non contengono più di 1,4 mg di mercurio, mentre le lampade a scarica ad alta intensità e ad elevata efficienza energetica con il contenuto di mercurio più basso non contengono più di 12 mg di mercurio. Se la potenza nominale si trova a uguale distanza fra due potenze in tabella, deve essere conforme al valore di efficacia luminosa più elevato. Sono inclusi i seguenti casi: luce che illumina indebitamente zone al di fuori dell'area da illuminare, Questo è particolarmente utile per le piccole e medie imprese e per le microimprese, in quanto facilita l’integrazione delle migliori tecnologie di progettazione per migliorare le prestazioni ambientali dei prodotti oggetto del presente regolamento per l’intero ciclo di vita. Se l'apparecchio di illuminazione è immesso sul mercato insieme con l'alimentatore, le informazioni sull'efficienza dell'alimentatore ai sensi dell'allegato III.2.2, sulla base dei dati del fabbricante dell'alimentatore; se l'apparecchio di illuminazione è immesso sul mercato insieme con la lampada, l'efficacia della lampada (lm/W), sulla base dei dati del produttore della lampada; se l'alimentatore o la lampada non sono immessi sul mercato insieme con l'apparecchio di illuminazione, i riferimenti utilizzati nei cataloghi dei produttori devono essere forniti per tutti i tipi di lampade o di alimentatori compatibili con l'apparecchio di illuminazione (per esempio il codice ILCOS per le lampade); le istruzioni di manutenzione per assicurare che l'apparecchio di illuminazione conservi, per quanto possibile, la sua qualità iniziale per tutta la durata di vita; i requisiti applicabili alle informazioni da fornire nella prima fase si applicano anche agli apparecchi di illuminazione per le lampade a scarica ad alta intensità con un flusso luminoso totale superiore a 2 000 lumen. Per le applicazioni in cui la regolazione apporta un beneficio, i parametri di riferimento sono i seguenti: gli alimentatori per lampade fluorescenti con un indice di efficienza energetica A1 BAT che sono regolabili in modo continuo fino al 10 % dell'emissione luminosa. Dettagli e estremi della sentenza: TAR di Brescia – Sezione Prima: Sentenza del 2/7/2008. 844 cod. Gli apparecchi hanno un sistema ottico con il seguente grado di protezione da agenti esterni: IP65 per le classi stradali da ME1 a ME6 e da MEW1 a MEW6. Présentation de la société MONSIEUR CONSTANT MARIE-LUCE MONSIEUR CONSTANT MARIE-LUCE, entrepreneur individuel est … In assenza di metodi scientifici riconosciuti a livello internazionale per misurare l’impatto ambientale del cosiddetto «inquinamento luminoso», non è stato possibile valutarne l’incidenza. 15 - Djogada DIAGOURAGA. La Commissione ha eseguito due studi preparatori che hanno analizzato gli aspetti tecnici, ambientali ed economici dei prodotti per illuminazione solitamente utilizzati nel settore terziario (illuminazione per ufficio e illuminazione pubblica stradale). Consiglio di Stato Sentenza Consiglio di Stato del 12 dicembre 2008 sul ricorso contro la sentenza del TAR Lombardia del 2 luglio 2008. I requisiti applicabili alle lampade fluorescenti a doppio attacco con diametro di 26 mm (T8) durante la prima fase si applicano a tutte le lampade fluorescenti a doppio attacco con diametri diversi da quelli contemplati nella prima fase. Ricorso respinto. L'occasion de revenir sur les secrets étonnants et bien gardés de la plus pugnace journaliste. Mélanie Luce, 22 ans, a été élue présidente de l’Unef ce vendredi. Retrouvez tous les détails par ville ou département. En pleine crise de l'épidémie du coronavirus, Elise Lucet continue de présenter son émission hebdomadaire Envoyé Spécial. 1.2. ritengo sia applicabile la norma sulle immissioni anche in caso di inquinamento elettromagnetico. Ai fini della conformità e della verifica della conformità ai requisiti del presente regolamento, i parametri riportati di seguito sono stabiliti utilizzando procedure di misurazione affidabili, accurate e riproducibili che tengono conto dei metodi di misurazione più avanzati generalmente riconosciuti: «efficacia luminosa della sorgente», «efficacia della sorgente luminosa» o «efficacia della lampada» (ηsorgente) indica il quoziente del flusso luminoso emesso (Ф) per la potenza consumata dalla sorgente (Psorgente). Gli alimentatori multipotenza devono essere classificati secondo la loro efficienza nella classe con l'efficienza più bassa (peggiore) oppure è necessario indicare una classe per ogni lampada pilotata. Può tener conto della priorità di un determinato uso. 3.2. Inoltre, tutti gli apparecchi per lampade a scarica ad alta intensità devono indicare che sono progettati per lampade chiare e opali ai sensi dell'allegato II. «secondo involucro della lampada»: un secondo involucro esterno che non è richiesto per la produzione di luce, come un rivestimento esterno per impedire il rilascio di mercurio e di vetro nell'ambiente in caso di rottura della lampada. Parametri indicativi di riferimento per i prodotti da installare come illuminazione pubblica stradale. «valore specificato»: un valore quantitativo per una caratteristica di un prodotto alle condizioni operative specificate nel presente regolamento o nelle norme applicabili. Tali informazioni devono inoltre essere riportate sugli alimentatori in forma chiara e durevole. Inoltre, gli alimentatori regolabili per le lampade fluorescenti ottengono le classi EEI in base alla classe in cui l'alimentatore sarebbe inserito in caso di funzionamento al 100 % del flusso luminoso, come descritto nella tabella 19. Tuttavia, gli eventuali miglioramenti apportati all'apparecchio di illuminazione per ridurre le emissioni di luce molesta non devono avere conseguenze negative sull'efficienza energetica globale dell'impianto per cui l'apparecchio è stato progettato. Sentenza del Pretore di Trapani con la quale si rigetta una sanatoria di impianti d’illuminazione ritenuti lesivi del paesaggio, della sicurezza stradale in quanto abbaglianti e din quanto creano inquinamento luminoso. 1). Informazioni di prodotto per gli apparecchi di illuminazione. Con un’entrata in vigore graduale dei requisiti di progettazione ecocompatibile, i produttori disporranno di tempi sufficienti per riprogettare opportunamente i prodotti oggetto del presente regolamento. 13 - Amina BOUSTANE. 02 37 25 68 25 Fax 02 37 34 72 66 mairie@ville-luce.fr Le seguenti informazioni sulle unità di alimentazione delle sorgenti luminose sono fornite su un sito web a libero accesso e nelle forme ritenute appropriate dai produttori: informazioni sull'efficienza dell'alimentatore o sul tipo applicabile di unità di alimentazione della sorgente luminosa. 5 - Sylvie PICHARD. La discrezionalità e la conseguente insindacabilità da parte del giudice ordinario dei criteri e dei mezzi con i quali l’amministrazione realizza e mantiene un’opera pubblica trovano un limite nell’obbligo dell’amministrazione medesima di osservare, a tutela dell’incolumità dei cittadini e dell’integrità del loro patrimonio, le specifiche disposizioni di legge e di regolamento disciplinanti quelle attività, nonché le comuni norme di diligenza e prudenza, con la conseguenza che l’inosservanza di dette disposizioni e norme comporta la responsabilità dell’amministrazione per i danni arrecati a terzi. 1). Coordinamento per la protezione del cielo notturno, CieloBuio - Coordinamento per la protezione del cielo notturno, RICORSI AL TAR E PER APPALTI IN AMBITO ILLUMINAZIONE PUBBLICA, TAR di Brescia – Sezione Prima: Sentenza del 2/7/2008, TAR di Cagliari – Sezione Prima: Sentenza del 11/03/2009, Illuminazione delle strade:risparmiati 180 mila euro dalla Provincia di Bergamo, Approfondire, Comprendere ed Esplorare le nuove frontiere del "visibile" e di un' illuminazione "eco-compatibile", (13777) Cielobuio = 1998 UV6 Discovered 1998 Oct. 20 by M. Cavagna and A. Testa at Sormano. – 10 Luglio 1991 ……. Il consumo di energia degli apparecchi di illuminazione per le lampade a scarica ad alta intensità non deve superare la somma del consumo di energia degli alimentatori incorporati quando le lampade, che gli alimentatori fanno funzionare in condizioni normali, non emettono luce mentre altri possibili componenti connessi (connessioni di rete, sensori, ecc.) 1. 12 - Mahamadou GARY. IP5x per le classi stradali da CE0 a CE5, da S1 a S6, ES, EV e A. Gli apparecchi di illuminazione sono progettati per evitare per quanto possibile che emettano luce molesta. gli apparecchi di illuminazione per le lampade fluorescenti senza alimentatore integrato e per le lampade a scarica ad alta intensità devono essere compatibili con gli alimentatori conformi ai requisiti della terza fase. 7 - Laurence LÜCKE. L'inferriata permette di tutelare la sicurezza del vicino, dal momento che è tale da impedire il passaggio di una persona. «inquinamento luminoso»: la somma di tutti gli impatti negativi della luce artificiale sull'ambiente, compreso l'impatto della luce molesta; f) «luce molesta»: la parte della luce proveniente da un impianto di illuminazione che non serve alle finalità per cui l'impianto è stato progettato. I prodotti di cui all’allegato I sono esentati dai requisiti di cui al presente regolamento. 11 - Jamila ZIANE. la luminescenza del cielo, vale a dire la luminosità del cielo notturno dovuta alla riflessione diretta o indiretta della radiazione (visibile e non visibile), diffusa dai componenti dell'atmosfera (molecole di gas, aerosol e particolato) nella direzione dell'osservazione; «efficienza di base dell'alimentatore» (Ebb): il rapporto fra la potenza specificata della lampada (Plamp) e l'efficienza dell'alimentatore. Non è rilevante, per escludere la responsabilità dei danni prodotti dall’opera pubblica, la congruità di quest’opera rispetto al fine pubblico che essa deve soddisfare, ma la lesione dei diritti dei terzi che essa abbia eventualmente prodotto per l’assenza degli accorgimenti tecnici idonei ad impedirla. … Unità: lm/W; la potenza dissipata dagli impianti ausiliari, come gli alimentatori, non è inclusa nella potenza consumata dalla sorgente; «fattore di mantenimento del flusso luminoso della lampada» (LLMF): il rapporto fra il flusso luminoso emesso dalla lampada in un determinato momento della vita e il flusso luminoso iniziale; «fattore di sopravvivenza della lampada» (LSF): la frazione del numero totale delle lampade che continuano a funzionare in un determinato momento a determinate condizioni e con una frequenza di commutazione specifica; «efficienza dell'alimentatore» (ηalimentatore): il rapporto fra la potenza della lampada (potenza in uscita dell'alimentatore) e la potenza in entrata del circuito lampada-alimentatore con possibili sensori, connessioni in rete o altri carichi ausiliari non connessi; «cromaticità»: la proprietà di uno stimolo di colore definito dalle rispettive coordinate di cromaticità o dell'insieme della lunghezza d'onda dominante o complementare e dalla purezza; «flusso luminoso»: una quantità derivata dal flusso energetico (potenza energetica) valutando la radiazione in base alla sensibilità spettrale dell'occhio umano; «temperatura di colore correlata» (Tc [K]): la temperatura di un radiatore di Planck (corpo nero) il cui colore percepito risulta il più simile a quello di uno stimolo fornito alle stesse condizioni di brillanza e a specifiche condizioni di vista; «resa cromatica» (Ra): l'effetto di un illuminante sull'aspetto cromatico degli oggetti, aspetto che viene paragonato consciamente o inconsciamente al loro aspetto cromatico in presenza di un illuminante di riferimento; «potenza radiante specifica effettiva UV»: la potenza effettiva della radiazione UV di una lampada in relazione al suo flusso luminoso (unità: mW/klm); «indice di protezione da agenti esterni»: un sistema di codifica che illustra il grado di protezione fornito da un involucro contro le polveri, gli oggetti solidi o l'umidità e che fornisce informazioni supplementari in relazione a tale protezione. Il lotto è considerato conforme alle disposizioni applicabili di cui all'allegato III, parte 1, del presente regolamento se i risultati medi del lotto non si discostano di più del 10 % dai valori limite, di soglia o dichiarati. di luce sul fondo nel quale le stesse erano immesse, ha escluso che la luce artificiale proveniente dai campi di tennis potesse rivestire il carattere di intollerabilità prevista dall’art. Requisiti di efficacia per le lampade. Requisiti per le informazioni di prodotto per gli alimentatori. 9, Utilizzazione razionale e conservazione dell'energia, Mercato interno: ravvicinamento delle legislazioni, Altri settori di ravvicinamento delle legislazioni, Trattato che istituisce la Comunità europea, http://data.europa.eu/eli/reg/2009/245/oj, Select all documents based on this document, Select all legislative procedures based on this document, Select all documents mentioning this document, Display the Official Journal containing the document, Portal of the Publications Office of the EU. Parametri indicativi di riferimento per i prodotti da installare come illuminazione per ufficio, 1. Ai fini del presente regolamento si applicano le definizioni di cui alla direttiva 2005/32/CE. (3)  Direttiva 1999/92/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 1999, relativa alle prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori che possono essere esposti al rischio di atmosfere esplosive (GU L 23 del 28.1.2000, pag. 1. Elle succéde à Lilâ Le Bas , à la tête de l’Unef depuis deux ans et demi. Un anno dopo l'entrata in vigore del presente regolamento: le lampade fluorescenti a doppio attacco con diametro di 16 mm e 26 mm (lampade T5 e T8) devono presentare almeno i valori specificati di efficacia luminosa a 25 °C riportati nella tabella 1. Votre message. ], avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi [674 c.p.]. I requisiti obbligatori in materia di progettazione ecocompatibile si applicano ai prodotti immessi sul mercato ovunque essi siano installati, quindi non possono dipendere dall’applicazione in cui il prodotto è utilizzato (come illuminazione per ufficio o illuminazione pubblica stradale). IL PRETORE (Massimo Gaballo) ->Depositato in cancelleria l’ 8 Ottobre 1991, PRETURA CIRCONDARIALE DI BASSANO Sentenza del Pretore Montini Trotti ……. Martin Bourgeois, son mari, le père de sa fille, est décédé des suites d’une maladie, à l’âge de 42 ans. Le lampade fluorescenti senza alimentatore integrato devono avere almeno i fattori di sopravvivenza di cui nella tabella 12: Fattori di sopravvivenza per lampade fluorescenti ad attacco singolo e doppio — seconda fase. 1- Articolo. Horaires d'ouverture : Du lundi au jeudi : de 09h00 à 12h30 et de 14h00 à 16h30. Il presente regolamento deve quindi riguardare prodotti specifici, quali le lampade fluorescenti senza alimentatore integrato, le lampade a scarica ad alta intensità e gli alimentatori e gli apparecchi di illuminazione in grado di far funzionare tali lampade. Per «indice di efficienza energetica» (EEI) si intende un sistema di classificazione degli alimentatori per lampade fluorescenti senza alimentatore integrato suddivisi in classi in funzione del valore limite di efficienza. Copier les mentions. le autorità degli Stati membri sottopongono a verifica un lotto scelto a campione di almeno venti lampade dello stesso modello dello stesso produttore, selezionate casualmente. * : Les informations recueillies sur ce formulaire sont enregistrées dans un fichier informatisé par La Boite Immo pour la gestion de la clientèle/prospects de A LA PETITE COMMISSION - LUISANT. La norma è applicabile nei rapporti tra condomini di uno stesso edificio, sia quando l'immissione molesta e dannosa proviene dal condominio sia quando uno di essi, nel godimento della cosa propria o anche comune, dia luogo ad immissioni intollerabili nella proprietà dell'altro (tribunale di … – Sebbene l’art. 3889/77. En 2011, Elise Lucet a perdu l’homme de sa vie. Efficacia e durata di vita delle lampade. Gli aspetti ambientali dei prodotti che consumano energia ritenuti significativi ai fini del presente regolamento sono: Il consumo annuo di elettricità connesso ai prodotti oggetto del presente regolamento nella Comunità è stato stimato a 200 TWh nel 2005, equivalenti a 80 Mt di emissioni di CO2. Classi stradali da CE0 a CE5, da S1 a S6, ES, EV e A: Nelle aree in cui l'inquinamento luminoso costituisce un problema, la porzione massima di luce emessa sopra l'orizzonte non è superiore all'1 % per tutte le classi stradali e tutti i flussi luminosi. Le lampade presentano un'efficacia conforme all'allegato V. Le lampade in questione presentano i valori di mantenimento del flusso luminoso (LLMF) e i fattori di sopravvivenza (LSF) di cui nella tabella 22: Valori indicativi LLMF e LSF per le lampade per illuminazione per ufficio (livello parametri di riferimento). Parametri tecnici contemplati e definizioni ai fini degli allegati I e da III a VII, 1. Gli studi preparatori hanno dimostrato che è possibile ridurre in misura significativa il consumo di elettricità dei prodotti oggetto del presente regolamento. MADAME LUCE ARRIVE, demeurant au 10 RUE DU PALAIS, 11000 CARCASSONNE, immatriculée au répertoire des entreprises et établissements de l'INSEE sous le numéro 517852398 00026, agissant en sa qualité d'Entrepreneur individuel. 2. Occorre indicare in maniera visibile che la potenza dissipata dagli impianti ausiliari, come gli alimentatori, non è inclusa nella potenza consumata dalla sorgente; il fattore di mantenimento del flusso luminoso specificato a 2 000 h, 4 000 h, 6 000 h, 8 000 h, 12 000 h, 16 000 h e 20 000 h (fino a 8 000 h soltanto per le lampade nuove sul mercato per cui non sono ancora disponibili dati), indicando quale modalità di funzionamento della lampada è stata utilizzata per la prova, se esiste la possibilità di funzionamento sia a 50 Hz che ad alta frequenza; il fattore di sopravvivenza specificato a 2 000 h, 4 000 h, 6 000 h, 8 000 h, 12 000 h, 16 000 h e 20 000 h (fino a 8 000 h soltanto per le lampade nuove sul mercato per cui non sono ancora disponibili dati), indicando quale modalità di funzionamento della lampada è stata utilizzato per la prova, se esiste la possibilità di funzionamento sia a 50 Hz che ad alta frequenza; indice di resa cromatica (Ra) della lampada; temperatura ambiente alla quale la lampada è stata progettata per massimizzare il flusso luminoso.