A Teramo si svolge la Interamnia World Cup, importante torneo di pallamano al quale partecipano squadre giovanili provenienti da numerose nazioni in tutto il mondo, e sempre a teramo ha sede la squadra maggiore della regione, la Teramo Handball. Nel resto della costa abruzzese, seguendo un percorso analogo a quello castellammarese di discesa dai colli verso la riva del mare, si svilupparono come centri turistici e culturali anche le città di Giulianova e Francavilla al Mare. L'unico scalo internazionale della regione è l'aeroporto di Pescara, prima pista ad essere storicamente sorta in Abruzzo. La grande fortezza voluta da Carlo V, con i suoi 7 bastioni a nord ed a sud del fiume, poté dirsi completa nel 1568 ca., e per i successivi 200 anni, sebbene con diverse interruzioni, venne infeudata ai D'Avalos-D'Aquino. Praetutii o Praetuttii), un'antica popolazione italica che viveva nella zona dell'attuale Teramo. Dal 1924 al 1961 è stata disputata la Coppa Acerbo, gara che si districava sul tracciato cittadino di Pescara di circa 25 km. La prima metà del secolo, anche a causa di due nuovi e catastrofici eventi sismici nell'entroterra aquilano, vide protagoniste le città di Chieti, Lanciano, Vasto e Teramo. Hungary and the Fall of Eastern Europe 1000-1568, Abruzzo, quinta regione al mondo come qualità della vita: tra i 12 migliori posti dove vivere, Abruzzo Regione Verde d'Europa / Perché L'Aquila, Ecco i 42 indicatori per fotografare la qualità della vita, senato.it - La Costituzione - Articolo 131, Legge costituzionale 27 dicembre 1963, n. 3, Titolo I art.1; Titolo III art.43 - Statuto della Regione Abruzzo, Banca d'Italia - N. 1071 - La fine di un sogno. Fra le numerose specie di volatili, le più caratteristiche della regione sono l'aquila reale, il nibbio, il falco pellegrino, il fratino, il lanario, il grifone, il gufo, l'allocco, il picchio e il fringuello. Il terremoto dell'Aquila del 6 aprile 2009 ha però determinato una frenata dell'economia in tutta la zona aquilana[62], mentre la crescita dell'economia regionale continua ad essere trainata in maniera preponderante dalla fascia costiera, grazie ai poli industriali del teramano e del chietino ed alla forte concentrazione del terziario nella conurbazione pescarese. All'epoca della conquista longobarda, la gran parte delle città principali abruzzesi, fra le quali Teate, Interamnia, Anxanum, Sulmo, Histonium, Marruvio ed Ostia Aterni, erano in grave decadenza, tuttavia i conquistatori conservarono in parte il sistema amministrativo locale, riorganizzandolo, come descrive anche Paolo Diacono[35] e come si riporta dalle cronache dell'abbazia di Montecassino e di Farfa, nelle province della Marsica (provincia Valeria), di Corfinio-Valva, di Teate, di Interamnia, di Penne e di Anxanum. Porti: Adsp, altri 5,5 mln da Mit per Marche e Abruzzo Per manutenzioni da Pesaro a Ortona anche 21,5 mln in bilancio Nel 1155 Guglielmo I di Sicilia emanò nuove regole per il censimento dei tratturi e delle principali vie di comunicazione agresti, seguite da nuove leggi volute nel 1456 da Alfonso d'Aragona. Nel Medioevo vi fu uno stallo per la letteratura abruzzese, che trovò espressione solamente in alcuni esempi nella composizione di preghiere e libri a carattere giuridico-cattolico, come gli scritti di Tommaso da Celano e il Chonicon Casauriense di San Clemente a Casauria. Successivamente alla venuta dei Franchi di Carlo Magno e dopo la conquista della città e la sua distruzione a opera di Pipino il Breve, nel 973 a Chieti venne istituita la "marca teatina", mentre l'antica Histonium nell'802 veniva incendiata e riedificata dal conte Aimone di Dordona. Nel 1273 il giustizierato viene suddiviso in due territori, Abruzzo ulteriore, in massima parte corrispondente alle province dell'Aquila, Teramo e Pescara, e Abruzzo citeriore nella restante parte della regione corrispondente grosso modo alla provincia di Chieti. Il 17 marzo 1861, giorno della proclamazione del Regno d'Italia, venne ordinato un ulteriore rafforzamento del dispositivo d'assedio e, contemporaneamente, il generale sabaudo Della Rocca viene fatto entrare entro le mura di cinta, recando ai difensori il messaggio del re Francesco II con l'ordine di deporre le armi, informandoli della resa di Gaeta, ove il sovrano borbonico si era rifugiato. Ad Atri, in estate, si svolge ogni anno l'Atri Cup, torneo multisportivo internazionale al quale partecipano squadre giovanili provenienti da tutte le regioni italiane e da vari Paesi d'Europa e del mondo. Nel 2016 il quotidiano statunitense Huffington Post inserì l'Abruzzo in quinta posizione tra le dodici migliori regioni al mondo per la qualità della vita[50]. La cartina fisica della regione delle Marche, da stampare gratuitamente e adatta ai bambini della scuola primaria. La letteratura conobbe una florida ripresa soltanto nel XVIII secolo, con un'ampia produzione storiografica e trattatistica al livello giuridico-amministrativo, come nell'esempio di Niccolò Toppi di Chieti, che si specializzò nella storia antica della sua città. Il sistema difensivo venne messo alla prova già nel 1566, in occasione della grande incursione della flotta di 105 galee e 7000 uomini dell'ammiraglio ottomano Piyale Paşa, comandante in capo (Kapudanpaşa) della flotta ottomana agli ordini del sultano Solimano il Magnifico, che aveva già saccheggiato Napoli stessa tre anni prima. La città impiegò quasi cinquant'anni per riprendersi completamente, dato che la ricostruzione, per l'entità dei danni e per la grave perdita dei cittadini, iniziò timidamente soltanto dal 1713.Un nuovo potente terremoto sconvolse la valle Peligna e Sulmona il 3 novembre 1706, con una scossa del grado 6.6 della scala Richter che distrusse gran parte della città e di molti borghi circostanti, originatosi nella faglia di Campo di Giove. Istituita nel 2010, l'area marina protetta Torre del Cerrano è l'unica area marina protetta della regione; essa si estende per circa 37 km quadrati e tutela un tratto di mare unico in Abruzzo, trattandosi di uno dei pochi arenili dove è sopravvissuto un ambiente dunale pressoché intatto[22]; a poche decine di metri dalla costa sono presenti i resti sommersi di notevole interesse archeologico e naturalistico dell'antico porto di Atri. 10.700 vittime (più dell'80% dei residenti) vi furono nella città di Avezzano, epicentro del sisma, che contava prima della scossa di magnitudo 7.0 (Mw momento sismico) e ancora dell'11º grado della scala Mercalli (MCS), poco più di 13mila abitanti. È l'esempio di Fontamara (1933) e Vino e pane (1938), in cui i contadini di un paese di montagna, nel primo romanzo, lottano per i soprusi del podestà di Avezzano, che vuole deviare il fiume Giovenco; mentre la seconda storia vede protagonista il comunista Pietro Spina, che torna nel suo paese sotto le mentite spoglie di don Paolo, per sfuggire alla polizia fascista. Della preistoria esistono ritrovamenti fossili conservati oggi nel Museo Geopaleontologico del Castello ducale di Palena, nel Museo Archeologico Nazionale di Chieti e nel Museo delle genti d'Abruzzo di Pescara, mentre negli anni '50 a Scoppito fu rinvenuto uno scheletro di un mammut, conservato nel Forte spagnolo. Scorri la pagina per visualizzare tutta la CARTINA DELLE MARCHE, DELL'UMBRIA E DELL'ABRUZZO. Con le grandi distruzioni causate dai bombardamenti di Pescara, la città dovette affrontare un'estesa opera di ricostruzione, che con esiti spesso contrastanti, pose le basi per un certo sperimentalismo architettonico cittadino, che annovera fra i suoi ultimi esponenti la Fontana la Nave di Pietro Cascella ed i due attraversamenti del fiume, il ponte del Mare ed il ponte Flaiano. Negli stessi anni a Guardiagrele operava il fabbro Nicola da Guardiagrele, i cui crocifissi, paliotti e busti sacri segnarono notevolmente l'arte scultorea del ferro in regione. Con lo scoppio della seconda guerra mondiale le persecuzioni fasciste degli ebrei e dissidenti politici si fecero sistematiche, e vennero aperti nella regione un totale di 15 campi d'internamento di prigionieri come il Campo 78 di Fonte d'Amore a Sulmona e quello della Caserma Rebeggiani a Chieti Scalo. Scrisse la sceneggiatura del film I vitelloni, diretto da Fellini, la cui storia era ispirata alle zingarate del Flaiano nella gioventù pescarese. Molti musicisti abruzzesi negli anni Duemila, hanno ottenuto importanti successi oltre i confini nazionali: il direttore d’Orchestra Donato Renzetti, il pianista e compositore teramano Paolo Di Sabatino, il pianista celanese Nazzareno Carusi, il fisarmonicista e compositore francavillese Davide Cavuti, il violoncellista pescarese Luigi Piovano, il violoncellista, compositore e direttore d’orchestra teramano Enrico Melozzi, i cantanti Ildebrando D’Arcangelo, Carmela Remigio. Secondo stime Eurostat, nel 2009 l'Abruzzo aveva un reddito pro capite a parità di potere di acquisto pari al 84,0% della media dell'Unione europea, il più alto reddito tra le regioni del Sud Italia. Di queste battaglie risorgimentali, si ricorda l'esempio dei "martiri Pennesi", dal nome della città dove esplose la rivolta del 1837 guidata dal liberale Clemente De Caesaris. Mappa Abruzzo Mappe più visualizzate. Accanto al cantautore teramano, altri artisti abruzzesi famosi sono Giò Di Tonno, vincitore del Festival di Sanremo 2008 in coppia con la cantante argentina Lola Ponce, Franz Di Cioccio, fondatore della band storica italiana della PFM, Gianluca Ginoble, componente del trio Il Volo vincitori del Festival di Sanremo 2015, Piero Mazzocchetti, terzo classificato al Festival di Sanremo 2007 e Simona Molinari, più volte presente alla kermesse sanremese. Gli insorti sanfedisti aquilani, guidati da Salomone d'Arischia, riuscirono a isolare i francesi all'interno della fortezza spagnola, e infine a ricacciarli dalla città, non senza saccheggi delle chiese e dei palazzi da parte degli stessi francesi di Pluncket.Lo stesso avvenne nelle città di Teramo e Sulmona, dove i francesi vennero dapprima cacciati dalla città. Pur potendo essere considerato centrale dal punto di vista geografico[10], l'Abruzzo è storicamente, culturalmente, economicamente[11] e in gran parte anche linguisticamente[12] legato al Mezzogiorno d'Italia, anche secondo le definizioni adottate da Istat ed Eurostat[13][14][15]. Praetutii o Praetuttii), un'antica popolazione italica che viveva nella zona dell'attuale Teramo. Nelle numerose sagre e feste patronali riemergono i diversi costumi ed usanze tradizionali abruzzesi, con la musica e i piatti tipici della regione. Oggi entrambe le società si sono sciolte, ma con i successi dell'Acqua e Sapone Calcio a 5, militante in Serie A, sono tornati in Abruzzo altre due supercoppe, tre Coppe Italia ed uno scudetto. Gli anni della ricostruzione videro un accentuarsi del fenomeno migratorio interno abruzzese: sempre più abitanti dell'entroterra si spostavano verso la costa abruzzese, anche a causa delle diverse congiunture economiche che vivevano i due territori. Queste popolazioni sabelliche provenienti da sud si divisero in Abruzzo in due sotto-gruppi o tribù, i Carricini ed i Pentri, che si adattarono, a partire dall'VIII secolo a.C. sia dal punto di vista culturale che sociale ai territori dove si erano stanziati. Con la resa della piazzaforte di Messina, il 12 marzo 1861, l'esercito piemontese si concentrò maggiormente su Civitella del Tronto, oltre che sul Garigliano ed a Gaeta. Quali sono In questa regione si trovano le vette più elevate degli Appennini (ad eccezione dell'Etna): il Gran Sasso d'Italia (2.912 m.) e La Maiella (2.795 m.). Tra i suoi lavori maggiori il Paliotto di Teramo, conservato nella collegiata di Santa Maria Maggiore. Nel 1956 una grave frana colpì il centro storico di Vasto, con il crollo di un intero storico rione. Hanno raggiunto una certa notorietà la processione del Venerdì Santo di Chieti, la tradizionale apertura della Porta santa della Perdonanza Celestiniana dell'Aquila, la settimana santa di Sulmona e la caratteristica festa dei serpari di Cocullo, di evidente origine pagana[112]. Esso è prodotto in tutta la regione, anche in versione Rosato, con la denominazione di Cerasuolo D'Abruzzo, dal colore che varia dal rosso cerasuolo al rosa pallido; come vino rosato è uno dei più apprezzati. Le coste sono bagnate ad est dal Mar Adriatico. Cartina geografica delle Marche. Sino al 1927 facevano parte della regione anche tutti i comuni del circondario di Cittaducale, in quell'anno ceduti alla neoistituita provincia di Rieti. Fu uno dei maggiori poeti dell'epoca classica romana, come dimostrano le opere Ars amatoria, le Metamorfosi e i Fasti. Carta geografica murale regionale MARCHE - UMBRIA 100x140 bifacciale fisica e politica. D'Annunzio si distinse nel panorama letterario per aver incarnato l'aspetto italiano di decadentismo, esposto nel romanzo Il piacere (1889) e nella raccolta poetica delle Laudi (1903). Il debole incremento demografico degli ultimi decenni è infatti dovuto al saldo migratorio positivo. Secondo altre ipotesi, il lemma potrebbe derivare anche da abruptus (in latino "ripido", "scosceso" oppure "brusco", "rozzo"), participio perfetto del verbo abrumpere ("strappare", "troncare", "violare i patti").[16]. Ha partecipato a numerose coppe europee, e lo stadio Tommaso Fattori ha visto la presenza di numerose nazionali estere. La storia della musica in Abruzzo ha origini molto antiche, risalenti al Medioevo, andando sino ad oggi, in un rinnovamento continuo, che nel XIX secolo ha visto la divisione ben distinta tra musica di compositori di area classica e la musica popolare, che ha contribuito a rappresentare culturalmente l'Abruzzo nel panorama nazionale e internazionale. CWR Cartina geografica Italia fisica e politica, formato A4, confezione da 10. Alto secondo grave fenomeno fu il banditismo, con il significativo episodio dell'assalto alla città di Vasto da parte del teramano Marco Sciarra. Mappa Regione Marche (Italia) e carta stradale aggiornata. Il Cinquecento: la fine delle città libere, L'inizio della smilitarizzazione di Pescara, Altre strutture di formazione universitaria e ricerca, Abbazie, conventi, monasteri, santuari ed eremi. In particolare iniziava l'accrescimento urbano di Pescara, che diventò dopo il conflitto la città più grande della regione. Cartina geografica dell'Abruzzo. I tratturi, specialmente il principale, il tratturo L'Aquila - Foggia, non persero la loro funzione dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente, ed i percorsi continuarono ad essere impiegati da pellegrini e pastori diretti alla fiera di Foggia. Anche la pallacanestro è uno sport molto diffuso in regione. Rinnova o modifica la tua autorizzazione ai cookie. scaliger via … Il 6 aprile 2009 un nuovo grave terremoto colpì l'Abruzzo interno, con epicentro all'Aquila. Qui trovate le cartine della regione Abruzzo in versione muta, fisica e politica pronte da stampare per i bambini che studiano geografia alla scuola primaria. I giovani oggi sono ricordati come i martiri ottobrini. La parola Abruzzo, secondo l'ipotesi più accreditata proposta per la prima volta dallo storico umanista Flavio Biondo nella sua pubblicazione L'Italia Illustrata, deriverebbe da Aprutium come evoluzione popolare di (ad) Praetutium, ovvero la terra dei Pretuzi (lat. La scossa fu avvertita dalla Val Padana alla Basilicata. Si ebbe una diffusa trasformazione di palazzi medievali e fortificati in residenze gentilizie in tutto l'Abruzzo, che così andava assumendo un aspetto diffusamente barocco nei suoi centri principali. Nella zona meridionale della regione acquisì prominenza la Diocesi Teatina di Chieti, affiancata dalla baronia di Manoppello, e nella Marsica il controllo dei primitivi castelli medievali era in mano ai conti dei Marsi di Celano[36]. La battaglia del Trigno dell'ottobre 1943, combattuta dai tedeschi e dai militari dell'VIII Armata britannica del generale Bernard Law Montgomery in arrivo da città di Foggia, diede avvio alla liberazione della regione; ulteriori scontri, con gravi distruzioni nei paesi circostanti, proseguirono con la battaglia del Sangro. Le truppe francesi si divisero in due schieramenti: una sarebbe passata per L'Aquila da Roma, occupando la Marsica, e ricongiungendosi con l'altra, che sarebbe partita da Civitella del Tronto passando per Teramo e lungo la vecchia via Tiburtina Valeria fino a Sulmona, occupando Pescara, Chieti, Lanciano, Ortona e Vasto. Gran parte di queste canzoni popolari vennero trascritte dal poeta Cesare De Titta. La Cartina - Mappa Geografica - dell'Abruzzo Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto - … L'inizio del secolo vide, in particolare nella fascia costiera, un diffuso sviluppo dello stile liberty, che presto però lascerà il posto allo stile razionalista durante gli anni del regime fascista. La regione delle Marche si affaccia a est sul mar Adriatico. Le Marche si estendono per 9.694 km² e hanno una popolazione di 1.536.098 abitanti (2007). Nel 1065 venne fondata un'altra importante abbazia abruzzese, quella di San Giovanni in Venere presso il promontorio costiero di Fossacesia, che amministrò per due secoli il diritto di governo su Vasto d'Aimone, e sugli altri feudi sparsi lungo il Sangro e il Trigno.La difficile presenza normanna in Abruzzo è ricordata anche per il governo di Roberto III di Loritello, il quale si macchiò di empietà contro il sovrano di Sicilia e che compì scorrerie nella parte nord della regione, distruggendo la città di Teramo nel 1156, e nel 1143 i conquistatori occuparono anche la contea dei Marsi. Il territorio occupava più o meno tutta l'area fucense e la Valle Roveto, fino ai confini con Rieti, e le sedi del controllo erano dislocate a Tagliacozzo e ad Albe. Per la musica leggera, tra i cantanti raggiunse la notorietà Ivan Graziani di Teramo, cantautore e chitarrista di genere pop e rock, autore di numerose canzoni di successo tra cui Pigro, Agnese, Firenze (canzone triste). Fiero oppositore del fascismo fu lo scrittore pescinese Ignazio Silone, che da esiliato in Svizzera scrisse i primi romanzi con ambientazione abruzzese come Fontamara e Vino e pane. (ANSA) - PESCARA, 19 GEN - Tornano a soffiare venti di polemica sulla questione delle piscine Le Naiadi di Pescara. Cartina Politica Abruzzo Molise, mappe e guide di tutti i paesi del Mondo e Cartina Politica Abruzzo Molise. Combatté un'ultima volta per i Borbone il 30 marzo 1801 presso Civitella del Tronto fino alla morte nel 1804. Cartina Muta, Fisica e Politica dell'Abruzzo da Stampare. Cartina Abruzzo, Mappa Stradale Abruzzo, Google maps. Successivamente il poeta si dedicò all'approfondimento naturalistico decadentista e superomistico dell'eroe dannunziano a confronto con la natura selvaggia nelle opere Il trionfo della morte (1894) e La figlia di Iorio (1904). La regione delle Marche si affaccia a est sul mar Adriatico. In questo articolo trovi la cartina dell'Italia politica, con tutte le regioni. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 23 gen 2021 alle 11:38. Cartina politica marche Stai cercando: cartina politica marche - Viaggi, vacanze e turismo in cartina politica delle marche cartina+politica+italia+regioni cartina europa politica CARTINA Marche, Marche cartina, cartina geografica Questo sviluppo della riviera abruzzese fu alimentato anche dall'inizio del fenomeno dell'immigrazione interna regionale, che perdurando a fasi alterne e con varie intensità sino ai giorni nostri, vede l'interno della regione spopolarsi progressivamente in favore delle aree più sviluppate della costa. L'emigrazione estera, che in particolare nel dopoguerra spinse tanti abruzzesi a trasferirsi in altri paesi europei, si arrestò negli anni '80, coincidendo con l'inizio del nuovo fenomeno dell'immigrazione dai paesi africani e dell'Europa orientale. Importante fenomeno demografico è l'immigrazione interna abruzzese, che continua ininterrotta con varie intensità sin dalla fine del 1800: il grande sviluppo della costa infatti ha sempre attratto nuovi residenti dalle zone più depresse dell'entroterra, e questo fenomeno che continua ancora oggi ha portato ad un progressivo spopolamento dell'entroterra regionale, in favore delle aree costiere in particolare dell'area metropolitana pescarese[40][41]. Negli anni la fortezza venne sempre più ridotta ed in molti tratti le mura vennero inglobate nelle abitazioni, mentre altri vennero demoliti; le caserme del corso vennero invece riconfermate come carcere, guadagnandosi il nome di "sepolcro dei vivi": vi vennero rinchiusi molti patrioti meridionali del Risorgimento, tra cui Clemente De Caesaris, dopo l'insurrezione dei "martiri Pennesi" nel 1837. Il culmine dei combattimenti nel settore si raggiunse il 21-27 dicembre '43, nella battaglia di Ortona. Durante la ricostruzione, le chiese vennero riedificate alla maniera barocca per quanto concerne l'interno, mentre numerosi palazzi nobili sostituirono le vecchie case medievali. Vasto divenne sede della repubblica dal 6 gennaio al 20 maggio 1799, vennero eletti i municipalisti tra i membri più influenti della società, anche se costoro per mancanza della guardia civica, non riuscirono a controllare gli episodi di violenza e saccheggio da parte della popolazione, di cui il capitolo più sciagurato spetta alla città di Ortona, quando, stando alle cronache di Omobono Bocache, la gente catturava i nobili e i personaggi d'alto rango politico per ucciderli e bruciarli in mezzo alla strada, subendo in conseguenza le rappresaglie francesi, e l'occupazione della città, difesa dai sanfedisti, da parte dei generali di Pescara.Altro episodio di grave violenza avvenne il 25 febbraio a Guardiagrele, quando i cittadini vennero circondati e assediati dai francesi e dagli abitanti della vicina Orsogna, che desideravano vendetta per secolari questioni di divisione territoriale, incendiando l'archivio comunale e bruciando la città. Nel settembre del 2004 a Pescara, L'Aquila e Sulmona si sono svolti i XXXII campionati mondiali di pattinaggio di velocità a rotelle. Il ministero delle Politiche agricole e alimentari, in collaborazione con la regione Abruzzo, ha riconosciuto 79 prodotti abruzzesi come "tradizionali". Le Marche sono una regione ordinaria della Repubblica italiana dal 1948. Puoi scaricare o stampare la cartina a colori e le cartine mute. Con le ultime ordinanze firmate oggi sono, inoltre, entrate in fascia arancione anche la Sardegna e la Lombardia, che prima erano rispettivamente in fascia gialla e rossa. Nel 1703 un ennesimo e distruttivo terremoto colpì Aquila, danneggiando gravemente la città con le due forti scosse superiori al 6º grado della scala Richter verificatesi il 16 gennaio e il 2 febbraio. La vocazione di Francavilla al Mare città dei compositori di musica da film si rinnova anche negli anni Duemila: il compositore Bruno Zambrini nasce il 5 aprile 1935 a Francavilla al Mare ed è autore di numerose colonne sonore[103] e musiche per film comici e musicarelli, tra cui quelli del regista Neri Parenti (quasi tutti quelli della serie su Ugo Fantozzi) e della serie televisiva degli anni settanta Qui squadra mobile e per altre pellicole di grande successo come Notte prima degli esami, Femmine contro maschi, Maschi contro femmine, Ex; il compositore Davide Cavuti vive a Francavilla al Mare dove ha frequentato le scuole:[104] storico compositore del regista Michele Placido,[105] ha composto le colonne sonore oltre che per Placido,[106] anche per Pasquale Squitieri,[107] Giorgio Albertazzi,[108]Arnoldo Foà, Lino Guanciale, Edoardo Leo.[109]. Anche L'Aquila, dopo il breve esperimento di governo "illuminato" di Margherita d'Austria, passò il secolo tra alti e bassi nell'economia e nella politica. All'interno delle diverse aree protette, disseminate non solo sulla dorsale appenninica, ma anche sulle colline dell'entroterra e lungo i 130 km di costa, è custodito oltre il 75% delle specie animali e vegetali del continente europeo[18]. La fauna abruzzese è molto varia; l'animale simbolo della regione è il camoscio d'Abruzzo, che dopo essere stato a rischio estinzione è al centro di progetti di ripopolamento[26]; anche l'orso bruno marsicano è un animale tipico della regione, assieme a lupo appenninico, cervo, lince, capriolo, arvicola delle nevi, volpe, istrice, gatto selvatico, cinghiale, tasso, vipera e lontra. Iscriviti alla newsletter e riceverai in anteprima suggerimenti per le tue vacanze e le nostre fantastiche offerte! Gli affreschi medievali di Capestrano, Pianella e Bussi, risalenti al XI secolo, furono le prime e più significative manifestazioni di arte visiva sopravvissute fino ad oggi; nei secoli successivi le testimonianze si moltiplicano, con i cicli di Fossa, Bominaco, Ronzano, Loreto Aprutino, Castelvecchio Subequo e Atri. Molti edifici medievali crollarono e quasi tutte le chiese risultarono danneggiate. Gabriele D'Annunzio raccontò il rito della transumanza abruzzese in una celebre poesia della raccolta Alcyone. La Costituzione italiana del 1948 contemplava l'istituzione della regione Abruzzi e Molise, ma la riforma del 1963 stabilì il distacco del Molise dall'Abruzzo, ed entrambe le regioni divennero poi effettivamente operative a partire dal 1970. Anche le precipitazioni difatti risentono fortemente della presenza delle dorsali montuose appenniniche della regione: aumentano con la quota risultando più abbondanti nel settore e sui versanti esposti ad occidente, decrescendo invece verso est e sui versanti esposti ad oriente. L'offerta turistica abruzzese, la cui economia rappresenta circa il 13% del PIL regionale[65], è sostanzialmente divisa in due distinte categorie, seguendo le caratteristiche e le vocazioni dei vari territori: il turismo invernale è molto sviluppato nell'entroterra regionale, con numerosi impianti di risalita[66], fra cui le note stazioni sciistiche di Roccaraso ed Ovindoli[67]; i diversi i parchi naturali (tra i quali spiccano il parco nazionale d'Abruzzo e il parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)[68] assieme ad altre aree protette della regione e riserve naturali[69] garantiscono inoltre un indotto turistico durante le stagioni estive[70]; la zona costiera invece, più attrezzata per il turismo di massa, fin dal 1800 si propone come méta di turismo balneare[71]. Lo stadio Adriatico, che ospita le sue partite casalinghe, è l'impianto maggiore della regione, ed ha ospitato in molte occasioni volte partite della Nazionale di calcio italiana. L'Armonia D'Abruzzo A.S.D. I primi esempi di pittura rinascimentale, a cavallo tra '400 e '500, furono prodotti da Saturnino Gatti, che lavorò nelle chiese dell'Aquila, e soprattutto nella chiesa di San Panfilo a Tornimparte. Proprio per la posizione strategica del sito, posto al confine settentrionale del Regno di Napoli, Pescara subì dalla metà del Seicento al primo Settecento numerosi attacchi: coinvolta in molti conflitti di scala continentale combattuti dal Regno di Napoli, nel tempo la città venne assediata più volte dalle principali potenze europee, fra cui francesi, spagnoli ed austriaci, oltre che dagli stessi borbonici durante le rivolte carbonare a cui prese attivamente parte.