Buona seradall'articolo si evince che il minimo della sansione è 516 euro. Poi potrà rivalersi contro il venditore. Salve. di Redazione Studentville | Sui costi dell'operazione è difficile fare una stima in quanto la sanatoria varia, e anche di molto, in base al periodo dell'abuso e dalla natura stessa. Ciò è evidente nel confronto tra don Abbondio e padre Cristoforo. Innanzitutto è importante risalire alla data della costruzione, perché se è anteriore al 1° settembre 1967 c'è da vagliare in comune qualche possibilità di sanare il tutto. In particolare l'ultimo condono ha visto un feroce accanimento delle Regioni all'introduzione e all'entrata in vigore della legge, legiferando in senso restrittivo rispetto alle tipologie di abuso e limitativo nelle fascie temporali, come l'Umbria e l'Emilia Romagna. Cordiali saluti. Don Rodrigo, per liberarsi di lui, si rivolge al conte zio, un politicante, che ne discute con il padre provinciale dell’Ordine. Dare una valutazione al Suo caso, non conoscendo in modo certosino i fatti accaduti, è difficilissimo, sicuramente sono numeri importanti. Per Pamela: il certificato di idoneità statico-sismica viene consegnato al comune per la pratica urbanistica. Per Massimo: è plausibile, perché i condoni, in quanto leggi speciali, andavano in deroga alle norme urbanistiche. Le consiglio di procedere con la sanatoria. ... Mio padre ha ricevuto in eredità due immobili situati in una palazzina che al catasto risultano essere un'area di sgombro e uno sgabuzzino con area coperta. Ho un immobile costituito da 3 appartamenti + 4 garage. Buongiorno. Allo stato attuale non è possibile redigere la conformità urbanistica dell'immobile. Buonasera Architetto,nel caso in cui abbia eseguito dei lavori in difformità rispetto al progetto autorizzato e voglia eliminare queste irregolarità (demolizione) presentando una nuova pratica, devo pagare comunque la sanzione di 516 euro ?Grazie, Buona sera,in base a tale differenza, un appartamento che è statoOggetto di sanatoria, può usufruire del piano casa? La ringrazio moltissimo.Leggevo che occorre la DIA poichè,e mi scuso non ho specificato,è stato fatta anche la canna fumaria,con approvo condominio.Che tipo di procedimento andava effettuato?quanto mi può costare l'omessa Dia?Grazie ancora. Buonasera, nell'effettuare i lavori di ristrutturazione ad una casa appena comprata, abbiamo aperto una seconda entrata. Naturalmente vanno rispettate tutte le prescrizioni in materia di sicurezza. Il problema è che in pratica da quello che ho capito io , la questione è la seguente: Condono : non si può fare in alcun modo perché è lo Stato che dice il periodo in cui si può fare, infatti in passato è stato possibile condonare nel 1985, 1994 e 2004. Grazie mille per l'aiut, Buonasera,volevo sapere se,una volta che una unità immobiliare è stata condonata per un'ampliamento e ha ottenuto l'agibiltà viene automaticamente aggiornato il certificato di agibilità del fabbricato o se ciò avviene solo su richiesta (in questo caso da parte di chi?) Dubito che occorra la Dia, che ormai si utilizza solo per pochi lavori di una certa consistenza. Differenza tra sanatoria e condono: Commenti e opinioni. Sì, deve prima sanare il manufatto esistente. Qui trovi la soluzione a tutti i tuoi problemi: Se ti servono altri approfondimenti sui promessi Sposi, ecco le nostre risorse: Hai bisogno di altri riassunti? Bloccati in ristrutturazione per una bonifica ad oggi risolta Nonostante tutte le spese affrontate per risolvere i problemi ad oggi l'ufficio tecnico su mie richieste sacrosante non mi ha ancora rilasciato ne il condono ne la sanatoria rischio di perdere dei diritti acquisiti e come fare a pretenderli?grazie. La possibilità di condonare, ad oggi, è piuttosto remota visto che non dipende dal Suo comune. Come è andata per quanto ne sappiamo, dalla croce della scarpatura ad Angelo Motta. Per Rosa: per vendere l'immobile, il proprietario dovrà prima chiedere una sanatoria della piscina, se possibile. Cosa mi consiglia? Le consiglio di presentare una richiesta di acquisto ufficiale con una proposta economica e magari, trattare. grazie. Devo sanare una irregolarità urbanistica avvenuta a casa dei mie nonni. Appurato tale condizione, il provvedimento comunale può sempre essere revocato su richiesta di uno o più condomini con un istanza diretta al sindaco. Tutte le dee erano gelose della sua bellezza, infatti era la piú bella tra le dee, piú bella anche della stessa Era. Le consiglio di affidarsi ad un tecnico di Sua fiducia, viste le problematiche da affrontare e di fidarsi del Suo operato e non quello fatto da altri. Mi chiedo se il Comune mi possa considerare la 47/85 o la successiva 724/94 con una dichiarazione che per mero errore non l'ho presentata e l'aerofotogammetria che allego dimostri l'esistenza. Questo vuol dire che devono essere realizzate nel rispetto della normativa urbanistica ed edilizia vigente nel momento in cui sono stati eseguiti gli interventi abusivi; in secondo luogo, devono risultare conformi alle norme in vigore al momento della richiesta della sanatoria.In sostanza si tratta di una concessione data a posteriori.La sanatoria può essere richiesta dal possessore del titolo abilitativo (o chi non possiede), dal committente, dal costruttore oppure da chi ha acquistato l'immobile in un tempo successivo. Cordialmente. Il covid19 non c'entra nulla con la sanatoria in quanto gli atti urbanistici sono visionabili sempre, anche se con ritardo di qualche settimana rispetto ai tempi passati. Vediamolo insieme analizzando prima singolarmente questi due personaggi fondamentali de I Promessi Sposi. Grazie e buon lavoro. Ho comprato una casa a gennaio ed ho effettuato dei lavori senza nessuna autorizzazione, avendo un locale garage al piano terra attaccato alla sala, ho bucato la muratura creando un varco e diviso quello che era il garage con una cucina ed un bagno ed ho chiuso la porta di 3 metri che mi permetteva di entrare con la macchina. Mio padre, già da quando avevo 4/5 anni, mi portava con sé agli allenamenti. Le consiglio di affidarsi ad un bravo professionista che provvederà a ripristinare legalmente il tutto. Per Luca: se è stato aggiunto un nuovo manufatto, è opportuno regolarizzare la cosa. No, perché di solito i comuni non autorizzano i lavori se non è stata sanata la situazione precedente. Il precedente padrone pure ? In questo caso, però, potrebbe rischiare anche l'abbattimento della parte eccedente oppure la samatoria ai costi che Le ho indicato nella precedente risposta. Salve, vorrei condonare il mio immobile riallacciandomi ad una richiesta di condono del 95. Una ulteriore complicazione è data dalla sussistenza o meno di vincori paesaggistico-ambientali per cui è richiesto il parere all'Ente preposto al vincolo. Nel senso che sul piano regolatore scaricatto dal sito del comune, nella mappa, e' disegnata la struttura in questione, mentre ne in comune all'ufficio tecnico, ne in catasto e' presente alcunche'. Premesso che il piano casa non è un condono, per avere una risposta al suo quesito dovrebbe rivolgersi a un architetto del posto che verifichi la situazione. Si, è una colonna portante, appoggiata al soffitto ad una trave portante. Buonasera, vorrei sapere cosa mi comporterebbe se all'interno di un locale tecnico, in una parete, posizionassi una cucina. Sul progetto era previsto la costruzione di un nuovo solaio in ferro che poi durante i lavori è stato realizzato in legno senza però presentare le dovute modifiche. La procedura più indicata nel Suo caso è una Scia in sanatoria che Le comporterà il pagamento di una oblazione che, però, varia da un comune all'altro. Se per "colonna" si intende un pilastro portante, non dovrebbero esserci problemi. Spero ci sia un modo per risparmiare, per rendere comunque possibile ristrutturare, altrimenti è impossibile affrontare tale spesa per me. Tuttavia, per saperlo le consiglio di rivolgersi a un architetto del posto. Premesso che lo sgabuzzino, se abusivo, non ha titolo di esistere quindi anche la trattativa di acquistarlo non ha valenza legale. Buona sera, le scrivo per una casa che mio padre ha acquistato qualche anno fa apportando alcune modifiche: ha chiuso una finestra in una parete e ne ha aperta una in un'altra. Grazie della risposta, ma come dovrebbe affrettare i tempi? In prima istanza è necessario accertarsi sulla reale possibilità di sanare l'abuso, anche in merito ad eventuali vincoli di natura paesaggistico-ambientali. ); 2) penale (se è un abuso urbanisticamente rilevante può rischiare il sequestro con acquisizione al patrimonio comunale o l'abbatimento). Per Luca: non è chiara la domanda: il tetto regalato da suo suocero è andato a sostituire la copertura esistente? L' abuso sarebbe una verandina chiusa in una zona con vincolo cimiteriale che nel mentre è stata smontata. In entrambi i casi l'opera diviene lecita e si evitano le conseguenze penali connesse alla commissione di una abuso edilizio. Scusate, visto l'argomento mi intrometto. Il primo punto riguarda i diritti reali acquistati nell'atto di compravendita del 1982 ed eventuali riserve o vincoli relativi alle zone condominiali previste nel permesso a costruire del 1978 e trattenute o meno dal costruttore o se questi violano le convenzioni in materia di edilizia popolare (PEEP), stipulate con il comune prima del rilascio del provvedimento autorizzativo. Cioè pago l'imu per quell'appartamento che però deve rimanere rustico con le sole fondamenta. Buonasera, vorrei un chiarimento. Cordiali saluti. Avevo due porte finestre,una in camera ed una in salone.le ho tolte facendo il lavoro da solo ed ho messo una finestra in camera ed una porta e una finestra in salone.mi era stato detto che con le nuove normative non servivano permessi. Un giorno ebbe uno scontro con un cavaliere per questioni d’onore, e lo affrontò in duello. Buonasera, dovrei comprare una casa in una porzione di corte che era destinata ad uso lavanderia. Di Collaudo statico di tutto il fabbricato. Posso avere una risposta via E-mail. Se l'area, dove è stato realizzato l'abuso, è edificabile vanno calcolate le superfici assentite e, per differenza, quelle abusive. Se la costruzione non ricade in zone sottoposte ai vincoli paesaggistico-ambientali oppure  nella cosiddetta "zona rossa" o nei "parchi" a tutela integrale, qualche speranza c'è di portare a termine l'opera. No. E se si quali passi dovrebbe fare e a quali costi?Vi ringrazio anticipatamente. Mi scusi per lo sfogo e grazie. Per me la pratica di condono, fatti questi adempimenti e variata la piantina catastale ritengo chiusa la pratica o devo ritirare la concessione in sanatoria? Buon giorno, io ho comprato nel 2009, oggi vendo casa e ci siamo accorti, nonostante non abbia cambiato nulla nella casa comprata, che nel corridoio c'è una colonna che non è riportata nella planimetria. Buongiorno Arch. La ringrazio molto per le informazioni che mi ha dato è stato molto chiaro. Don Abbondio, dunque, è un uomo timoroso, ma forse nessuno se ne sarebbe accorto, se non si fosse trovato di fronte al problema del matrimonio tra Renzo e Lucia. Sì, ne ha facoltà. Ma naturalmente deve sempre verificare che sia possibile la sanatoria. Ringrazio in anticipo per la cortese risposta. Il compenso tecnico per la redazione della pratica urbanistico-catastale si stima in €. Buongiorno. Certo, è stato realizzato un ampliamento volumetrico abusivo. Dopo una ristrutturazione straordinaria nel 2014 e la pratica del tecnico per accedere al 110% oggi scopro che la planimetria non è conforme all’attuale appartamento e non risulta la cabina armadio nella camera. Buongiono. E il fatto che il notaio abbia proceduto comunque a stilare l'atto notarile di donazione senza prima aver fatto un accertamento per constatare che effettivamente il bene in atto era quello che lui stava redigendo non comporta nessun problema? Ma se non esistono documenti realtivi alle autorizzazioni, il fabbricato rimane abusivo. 31 L.47/85 con allegata relazione tecnica nella quale si afferma che ". Certo, una variante al piano regolatore, renderebbe tutto più semplice. Per Gigi: no, i tempi sono quelli normali di attesa della burocrazia comunale. Direi che è meglio rimuovere la vecchia veranda e poi procedere con la procedura corretta. Salve, io mi sto comprando un appartamento che ha avuto il condono edilizio e mancavano 3 mesi per la licenza edilizia. Salve Arch. 11037/2017: 26967/2011) è oramai consolidato nel ritenere  tassativo il termine di un anno dalla consegna del bene compravenduto. Per poter presentare la domanda di Condono è necessario rivolgersi all'ufficio condoni del Comune e fornire la documentazione necessaria, nei termini prestabiliti.In questo momento non esistono condoni edilizi, tuttavia, su un immobile può pendere un procedimento in relazione al quale l'amministrazione comunale non ha ancora espresso il proprio parere. Buonasera mi trovo a navigare sul web perché vorrei avere delle delucidazioni in merito a come poter sanare una veranda fatta del 1977 alla quale già è stata pagata una multa e che vorrei condonare. Il compenso tecnico per la redazione della pratica urbanistico-catastale si stima in €. In questo link troverai tutti i riassunti del romanzo: Se devi fare un tema in classe sui Promessi Sposi e sei in difficoltà ecco i nostri indispensabili consigli. Per il professionista che ha firmato il vecchio progetto ci sarebbero delle sanzioni? Quando si trova di fronte a un problema di coscienza, la sua paura diviene una colpa. Poco più di un anno fa ho acquistato una casa. Valutare quale idoneo provvedimento edilizio presentare come una "Scia o una Dia in sanatoria" che, dalla descrizione ed alla tipologia dell'opera, non è semplice. Per Patrizia: se è un'opera sanabile come indicato nell'articolo, può chiedere un permesso in sanatoria, altrimenti deve demolire la parte abusiva. Le porto un esempio: quante abitazioni hanno il box-auto "in casa" isolate da una sola porta tagliafuoco? Una nuova volumetria "aggiuntiva" non è automatica, va inquadrata secondo le leggi attualmente vigenti. Dice tra sé addio al luogo natio, in una pagina famosa che chiude il capitolo. Cordiali saluti. Cordiali saluti. Nel 2001 è stato autorizzata una concessione edilizia in sanatoria per opere di restauro e risanamento conservativo dello stesso bene. Ti hanno assegnato un tema sui Promessi Sposi che comprende un'analisi attenta degli altri personaggi? Cordiali saluti. Sicuramente l'acquirente, non essendo proprietario, pur accollandosene le spese, dovrà fare l'accatastamento a nome suo (del proprietario), per cui eventuali sanzioni saranno a suo carico. 1495 del codice civile. Per Luana: deve rivolgersi ad un architetto che verificherà se i lavori sono sanabili. Quali sanzioni sono previste, per il proprietario e per il progettista? Cordiali saluti. Buongiorno,ho scoperto da pochi giorni che la casa che sto vendendo non è dotata di abitabilità in quanto il perito che circa 8 anni fa si è occupato dei lavori ha presentato la DIA ma non ha presentato poi la chiusura lavori.Non ho idea di come muovermi per risolvere velocemente questa situazione. Vorrei acquistare un terreno inizialmente agricolo al mare. Per questo abbiamo ritenuto essenziale metterli a confronto per segnalare analogie e differenze e per fornire un quadro esaustivo dei personaggi che rappresentano due modi opposti di essere religiosi. Ancora peggio: fa uso della sua poca cultura per imporsi, parlando latino, sul povero giovane ial quale, per costringerlo a rivelargli la verità dei fatti, non resta che spaventarlo a sua volta. Sto per comprare un immobile che ha una difformità. Quindi bisogna presentare al comune il permesso in sanatoria mentre al genio civile cosa si deve presentare? Cordiali saluti. Deve essere lei a sanare l'abuso, se è possibile. Adesso risulta la planimetria corretta di tutta la villa. Sia il 2° piano che il 3° piano erano stati condonati con legge n.47/85 con il pagamento della sola oblazione da parte del propriertario. Manca l'assenso del proprietario del suolo di sedime dove insiste il manufatto, senza non potrà mai avere il rilascio della concessione edilizia in sanatoria. E' importante, però, rammentare che il venditore, contrariamente alla legge, dichiara la conformità urbanistica e catastale con lo stato dei luoghi dell'immobile che non risponde al vero e che questa condizione andrebbe regolarizzata prima dell'atto di compravendita. Indipendentemente dalla sanatoria edilizia, che allo stato attuale i termini sono ampiamente scaduti, ci sono dei parametri urbanistici da rispettare. Ammalato, si preparerà a sua volta alla morte. Cordiali saluti. Cordiali saluti. putroppo l' ho scoperto dopo 40 anni e legalmemte non posso fare rivalsa sul venditore che per altro e deceduto. Bisogna come sempre informarsi presso il comune di riferimento. Cordiali saluti. La rigrazio per la veloce risposta, anche se in buona fede sono in un vicolo probabilmente senza uscita : ho pagato un appartamentino A2 e mi ritrovo un lavatoio ed il box e' stato accastato su una zona che non esiste (sul progetto e' una rampa dell' entrata ai BOX). Leggendo sopra, a voler fare una sintesi, la sanatoria edilizia è permessa quando si realizzano manufatti in assenza di provvedimenti autorizzativi (o concessione),ma che sono conformi con le vigenti norme di attuazione e regolamento edilizio comunali, viceversa il condono riguarda opere realizzate in assenza di provvedimenti come sopra, ma in difformità ai regolamenti e norme comunali. Nella mischia morì un suo servo, e Ludovico lo vendicò uccidendo il cavaliere. Salve, vorrei acquistare all'asta un appartamento costruito nel 2004 così composto: Per Giovanna: di solito quando si vendono all'asta immobili di questo tipo, sono accompagnati da una. Che cosa dovrei verificare affinché questa mi sia concessa? Ciao, senti avrei una domanda: un opera abusiva non condonata, e quindi con diniego definitivo, può essere venduta all'asta, e quindi riaprirsi un condono? Mi informa anche, però, che non verrà mai rilasciato il certificato di agibilità perché arriva a malapena a 16 mq calpestabili. Per Mauro: credo che non ci siano problemi a richiedere una sanatoria, nemmeno per quanto concerne l'aspetto della facciata, visto che la finestra è lì da oltre 50 anni. Il rilascio della "concessione Edilizia in Sanatoria" non altro che il buon esito di una pratica di un condono edilizio fatta a suo tempo dal venditore per la violazione delle norme urbanistiche vigenti al momento dell'abuso. Per Tommaso D'addazio: come ho scritto nell'articolo, gli oneri sono pari al doppio del contributo di costruzione che si sarebbe pagato richiedendo un normale titolo abilitativo. La figura morale di padre Cristoforo è solida e lineare come la sua vocazione, anche se quest'ultima è comparsa in modo drammatico. La casa che debbo comperare presenta delle sanatorie da effettuare.E' stato fatto,con l'approvo del condominio, un camino ma non è stata presentata la comunicazione al comune,dunque non risulta al catasto.Inoltre la cantina di proprietà è stata trasformata in una camera da letto sottostante l'appartamento.Vi domando a quale ufficio debbo rivolgermi?in che legislazione ricade? Con quali costi si potrebbe risolvere il tutto? Da premettere che vivo in Calabria ( provincia di Cosenza) vorrei sapere più o meno se è facile ottenere il permesso edilizio di poter ristrutturare e quanto andrei a spendere più o meno, perché parliamo circa di 400mq complessivi. In generale sanare un abuso ha dei costi esosi, variabili sia per comune che per tipologia di reato. I termini per un eventuale adesione alla sanatoria edilizia sono scaduti nel 2004 e le vigenti norme in corso non permettono questa possibilità. Buon giorno Arch.Granata, sono in affitto in una mansarda con l'altezza media di 1,92. 10K. Ho accatastato correttamente come bagno. Qui troverà don Rodrigo morente e costringerà Renzo a perdonarlo. 30 anni fa mio nonno ha costruito sul confine una struttura di 10m per 3 e 2,30 di altezza per stivare il carro e vari attrezzi agricoli. Casa 50 mq in sanatoria L.47/85 per mero errore non dichiaro la tettoria in legno e tegole realizzata nel 1983 con pali di ferro e tegole e nel 1985 la stessa tettoia viene manutentata straordinariamente sostituendo in maniera definitiva la struttura portante in legno e tegole identica senza cambiare sagoma e prospetto. Grazie. La sua giustificazione è: “Uno il coraggio non può darselo”. Al momento del rogito andava presentata una relazione tecnica di conformità a cura della proprietà che avrebbe messo a nudo le problematiche urbanistiche dell'immobile. Se io lo comprassi, potrei avere dei problemi nell'ottenere l'abitabilità? In ogni caso è una condizione da regolarizzare, molto probabilmente, con un l'aiuto di altro tecnico. La regolarizzazione al catasto non costituisce una sanatoria.