Se arrivi in auto o in moto percorrendo la A4, ci sono due possibilità: I due percorsi si congiungeranno a Villa d’Almè. Questa anticima, vista da nord, si distingue per i due grandi contrafforti solcati da profondi canali che a piramide portano verso le torri imponenti della vetta; è un versante selvaggio e alpinisticamente poco frequentato per la sua difficile accessibilità. Da Bosco Fuori parte il tratto più selvatico e boschivo: poiché la zona è percorsa da molti sentieri che si intersecano è importante non perdere la via principale. Tra gli edifici più belli ci sono il Grand Hotel, il Casinò, le Terme ed il Municipio. Dopo circa 2.30 ore si arriva al rifugio dove è possibile recuperare le energie con un bel piatto di casoncelli e di polenta. In questo articolo ho selezionato 10 proposte tra borghi, chiese, musei e passeggiate all’aria aperta. Numerosi sentieri per passeggiate brevi o più impegnative, sulle alte cime o tra i borghi storici della Valle. Dalla Primavera all'Autunno, escursioni per tutti, immersi in scenari naturali ricchi di suggestione e dai mille colori. Visit Brembo - il portale ufficiale della Val Brembana - propone i migliori itinerari turistici ed escursionistici per fare trekking in Val Brembana. Visitare la Valle Brembana comporta una scelta: la scelta di chi ama un ambiente a misura d'uomo, dove la natura, l'arte, la storia sono un patrimonio vivo, conservato e difeso per secoli dalla gente brembana. Qui troviamo una grande residenza con ampia scalinata sede di un’antica foresteria, una fontana con lavatoio e una stalla con un ammirevole affresco dal titolo “Vi sostarono gli Avi” magistralmente restaurato grazie all’intervento della Comunità Montana Valle Brembana. Arrivo: località Forcella (1.010 m s.l.m.) Qui ci sono due possibilità: lasciare sulla destra i roccoli, immettersi sulla strada sterrata che sale verso est (direzione Cancervo) e proseguire verso la chiesa della località Pianca; oppure continuare verso Bretto, da dove è possibile salire alla Chiesa di San Ludovico e poi scendere verso Cornello dei Tasso. La loro attitivà prevalente era il servizio postale, dapprima al servizio della Serenissima e successivamente per lo Stato Pontificio, gli Asburgo, etc. La Baita Nembrini, situata ai piedi di una ripida parete sul versante nord del Monte Alben, è gestita dalla Sottosezione C.A.I. Proseguendo si arriva all’antica contrada di Nespello, che ha dato i natali a Frà Cecilio Maria Cortinovis. Dopo il Ponte Nuovo, in direzione San Gallo, non seguire la curva della strada ma salire lungo la ripida strada lastricata in porfido che termina in una mulattiera; proseguire fino ad imboccare il sentiero di fianco all’acquedotto attraversando la strada che porta a Briolo. Da qui prosegui lungo l’unica strada che attraversa la valle. Arrivati al borgo di Grumo seguire la traccia a sinistra della chiesa. Paessaggio della Val Brembana lungo il sentiero per il Rifugio Grassi. Le attivita' principali oltre al turismo estivo e invernale sono: l'escavazione della … Il sentiero numero 211 si presenta sin da subito abbastanza ripido e procede a zig zag in un fitto bosco. Seguire la segnalazione per il Santuario della madonna del Perello e, giunti alla sorgente dopo il motocross, si costeggia in parte il letto della Val Pagana, con diversi dirupi e cascatelle a sorpresa. Galleria lungo la ciclovia della Val Brembana (photo credits Wikipedia). L’accesso può essere effettuato soltanto se si è attrezzati con l’equipaggiamento previsto per la progressione su via ferrata: imbrago con kit di sicurezza, casco, guanti e scarpe da trekking. Non è quindi un caso che, quando si parla … Non potevo che iniziare l’elenco delle cose da vedere in Val Brembana con Cornello dei Tasso, uno dei Borghi più Belli d’Italia. Il sentiero 'del sole e dei sensi' percorre Costa Serina, Comune a 900 metri s.l.m. Ciclabile Val Brembana da Bergamo. Tra le cose da vedere in Val Brembana, vicino a Bergamo, ne ho selezionate 10 che non devi assolutamente perdere. Il paesaggio è davvero bellissimo e i due laghi ai piedi del rifugio, i Laghi Gemelli appunto, hanno anche una bellissima leggenda da raccontare. Anello che si snoda tra i 1.821 e i 2.078 m. slm, lungo il versante ovest del Monte Arera e della Corna Piana, tra il Rifugio Capanna 2000 e il passo Branchino. Parcheggiare l’auto nella frazione Piazzo di San Giovanni Bianco; a circa 100 metri dall’inizio della strada verso Schiava svoltare subito a sinistra in una strada che sembra a fondo chiuso, al cui termine inizia il sentiero. La panoramica ciclovia Valle Brembana è una pista ciclopedonale che si snoda leggiadra nella valle in provincia di Bergamo.. Il percorso risale la valle utilizzando in parte il vecchio tracciato della ex ferrovia della Valle Brembana ed percorribile da Almè a Piazza Brembana, eccetto un breve … Per arrivare al Monte Molinasco occorre mantenere sempre il sentiero principale ignorando quelli che da esso si diramano e, giunti alla “Bocchetta” (dov’è collocata una fontana senz’acqua e dove arriva anche il sentiero proveniente dalla Valle di Alino), girare a sinistra e salire nel prato. In effetti il percorso passa ai piedi della grande falesia naturale Corna Bianca. Sicuramente San Pellegrino Terme, il principale centro abitato della valle e, probabilmente, uno dei più belli ed eleganti. Val Brembana: Turismo, viaggi e vacanze. 5 itinerari tra natura e borghi storici lungo le antiche vie bergamasche” e partite da quello che vi piace di più. Da qui si procede verso la Conca d'Alben fino ad incontrare le segnalazioni del sentiero 501 che sale verso SW. Dapprima nel bosco, il sentiero sale raggiungendo il Col dei Brassamonti (1755 m), da dove inizia a traversare la testata della Val Piana. Il sentiero attraversa pascoli e boschi regalando splendide vedute sulla vallata e sulle montagne circostanti. Lo si può raggiungere da diverse loclaità ma, da ciascuna di esse, la camminata regala splendidi panorami soprattutto quando si raggiunge l’altipiano, costellato da una decina di laghetti (naturali e artificiali). Prendendo come riferimento il sentiero che da Sussia (m 1013) arriva alle frazioni di Vettarola e Ca’ Boffelli (m 974) possiamo individuare, a monte della linea rappresentata da questo sentiero, una zona con molte attrattive dal punto di vista escursionistico, dal momento che comprende le cime del pizzo Cerro, del monte Castel Regina, del monte Foldone, del monte Sornadello, del pizzo Grande e del monte Molinasco, con svariate possibilità di concatenamenti e percorsi ad anello. Il monte Gioco è alto 1366 metri, offre una splendida vista sulle Orobie e su tutta la valle Serina e rappresenta il confine tra i comuni di Serina, Dossena e San Pellegrino Terme. escla, [Duck or beaver ] La Val Brembana è ricca di laghi naturali e artificiali, ideali per rifugiarsi al fresco, magari organizzando un pic-nic tra amici o in famiglia. In Val Brembana, a San Giovanni Bianco si imbocca la val Taleggio fino a Pizzino e si prosegue con tornanti sui pendii erbosi, fino al pianoro di Quindicina (1373 m).Qui si lascia la macchina e si prende il sentiero che sale al rifugio Gherardi, 1647 m, meta molto adatta per chi inizia a muovere i primi passi in montagna. Cerca le soluzioni preferite! sito in Val Serina, partendo dalla località Trafficanti, frazione del Comune. Scegli tra le offerte disponibili a Piazzatorre, o nelle località vicine; dalla economica pensione a trattamento familiare al lussuoso Hotel 5 stelle dotato di ogni confort. La strada che porta al Passo San Marco (photo credits Pixabay). Sentieri e punti panoramici Val Brembana. Io in bilico su un tronco, [In the Middle Ages ⛓] Prenota utilizzando il banner pre impostato (non ti verrà applicata alcuna commissione aggiuntiva). Sulla destra rispetto al sentiero si può fare una sosta sul pianoro prima dell’ingresso della Cornabüsa. Questo itinerario permetterà di vivere esperienze a contatto con la natura: ampie le zone di verde dove spiccano i prati, segno del lavoro dell’uomo contadino e soprattutto allevatore per ricavarne il pascolo estivo. Si prende il sentiero a destra che porta alla contrada Gazzo e, passando per la località “Barcaröl”, si prosegue nel bosco per un breve tratto fino ad Ascensione. s.type = 'text/javascript'; Arrivati fino alla sommità della valletta il sentiero prosegue a sinistra e con un andamento quasi pianeggiante, dove si può godere in tranquillità la vista delle pendici del Monte Alben nelle zone della “lömaghera” di fronte a noi e “casinet” cascinetto alla nostra sinistra. Mi riallaccio alla proposta precedente per suggerirti una bellissima passeggiata di 30 minuti nel verde della Val Brembana. Successivamente il sentiero inizia a farsi più ripido salendo tra le rocce di calcare dove ad un certo punto si incontra a sinistra la croce a testimonianza dell’uccisione del partigiano Callisto Sguazzi “Peter” durante la seconda guerra mondiale. Risalendo il fianco orografico sinistro del fiume Brembo, sulle pendici del P.zo dell'Orto, il sentiero sale nel bosco fino alla diga di Pian Casere e, presso la casa dei guardiani Enel, si congiunge al sentiero 211 in direzione rif. »» Scopri le attività da fare a Bergamo: tour gastronomici dei piatti tradizionali, visite guidate della città alta e bassa e molto altro! Il sentiero individuato per osservare la flora costituisce il tracciato che nel 2004 l’Amministrazione Comunale ha intitolato in ricordo del botanico Claudio Brissoni. Così ho deciso di preparare un elenco delle principali cose da fare in valle che dovrebbero soddisfare tutte le esigenze: dagli adulti ai bambini, da chi ama la natura a chi preferisce le visite culturali e dagli sportivi a chi ama il relax. Sentieri immersi nella natura, panorami mozzafiato e gustosi prodotti tipici della Val Brembana che potrete assaggiare nelle malghe e nei rifugi vicini al monte Torcola. Attraversata la strada si procede lungo la mulattiera che collega la contrada Piazza a quella di Ruspino fino a giungere alla Chiesa Antica. Giungere alla Cantoniera della Passata ed imboccare il largo sentiero che si apre alla sinistra dell'edificio; seguendo l'agevole percorso, tendenzialmente pianeggiante tra pascoli e bosco ceduo, si raggiunge in breve l'abitato di Miragolo S. Marco dominante la media Valle Brembana. Giunti ad una baita in corrispondenza di una pozza, passare dietro la “pendana” (ricovero per animali) e alla Baita del Sornadello e poi seguire il sentiero segnalato con frecce rosse che sale in un bosco di faggi sul pendio che porta in vetta al Pizzo Grande. Il sentiero parte da via Cagnoli a Branzi (825 m), nei pressi del campo sportivo dove è presente un parcheggio pubblico; l'accesso al sentiero può avvenire in alternativa dalla cascata Borlèggia (840 m) nei pressi del parcheggio in via Monaci. >Trekking sulle Vie Storiche Bergamasche / Valle Brembana: cuore verde delle Orobie. I panorami e i paesaggi della Val Brembana ti aspettano. In tutto il percorso si può gustare la bellezza del camminare su una strada antica e circondata da un panorama incantevole. Ti potrei proporre centinaia di escursioni e di attività ma ho preferito selezionarne solo alcune, differenziate per tipologia. Orobie Occidentali 101 - Cassiglio - Rifugio Cazzaniga - Andata 4.30 ore - Ritorno 4 ore 101 - Rifugio Cazzaniga - Piani di Bobbio - Andata 2 ore - Ritorno 2 ore Il giorno precedente avevano già recuperato il corpo della sua guida. FAQ # Pagina 2 di 3 1, 2, 3; Precedente; Prossimo; Passeggiate nel bosco della bassa Valle Brembana. Lungo questo percorso, fra bosco e cielo aperto, s’incontrano santelle, fontane e si gode di un bel panorama. Val Brembana - Escursioni e itinerari sui sentieri di Piazzatorre.Sentiero N°1: Municipio - Forcella. Itinerari Naturalistici Valle Brembana. Proseguendo si attraversa un ponte per poi arrivare nei pressi dell’abitato di Passoni che stringe a sé la strada. Dove dormire in Val Brembana? Da qui si imbocca il sentiero a fianco della santella e si prosegue abbastanza dolcemente, salvo l’ultimo tratto più ripido, fino al pizzo Cerro (m 1285). Val Brembana, tra escursioni in alta quota e passeggiate 3 Giugno 2020. Adoro stare nella natura e anche muovermi in bici, sono felice di sapere che esistano luoghi simili. Le antiche vie di comunicazione utilizzate dall’uomo per spostamenti, commerci ed incontri, sono unici ed inconfondibili e hanno il merito di raggiungere anche le località più remote. ), a circa 50 minuti di distanza. Abbandonate negli anni ’80, sono state recentemente riaperte al pubblico. Tra faggete, lungo il sentiero divenuto quasi pianeggiante si arriva a una cappelletta dove si scorge in alto a destra la distinguibile Cascina Bianca. Poche centinaia di metri dopo, nei pressi della casa dei guardiani dell'Enel, si incrocia il sentiero 211 e da qui si prosegue fino al rifugio Laghi Gemelli (1968 m). Il sentiero parte dall’estremità sud del campetto, sulla sinistra, porta ad una cappelletta affrescata e giunge di nuovo sulla strada provinciale, che si percorre per circa 1 km fino al Passo Crocetta (1051 m), dove è segnalato un incrocio a destra per la Località Corone. Iniziativa realizzata con il contributo di Regione Lombardia - Fondo Valli Prealpine e della Comunità Montana Valle Brembana, Trekking e passeggiate a Camerata Cornello, Sentiero escursionistico nella valle del Giongo, Via delle Baite Tipiche e delle Dimore Rurali, Itinerario Brembilla - Ponte Lambro – Cerro - Catremerio, Itinerario Forcella di Bura- Monte Foldone, Itinerario Magnavacche-Malentrata-Castignola di Qua - s. Antonio Abbandonato, Sentiero Ciclo-Ippico-Pedonale Gerosa-Blello, Giro del Monte Castello Miragolo San Marco e S. Salvatore, La Via dei Roccoli dei Miragoli e Somendenna, Da Albino alla S. Madonna della concezione di Selvino. Da qui sono possibili più scelte: la deviazione che prosegue verso Oltre il Colle conduce alla storica fonte del Drago; oppure per i più sportivi con la deviazione verso la conca dell’Alben si giunge alla ferrata Maurizio e al percorso alpinistico Nembrini. Il sentiero porta in una ventina di minuti alla piccola chiesa di Sant’Anna, situata circa a metà percorso; da lì prosegue poi in discesa, attraversa la Valle dei Mulini e giunge al borgo di Cornello dei Tasso. La Val Brembana è attraversata da molti itinerari e da una quantità innumerevole di sentieri, perfetti per chi vuole fare escursioni e passeggiate nella natura che non siano troppo impegnative. Proseguendo con attenzione lungo la dorsale, prevalentemente in roccia calcarea ad andamento ondulato, che domina da una parte Selvino e dall'altra gli splendidi pascoli di Salmezza, si ascende la cima del monte Podona (m.1270) e successivamente la sua anticima, caratterizzata da una croce in metallo e panchine in legno con ampio panorama verso Selvino e i paesi della bassa valle Seriana. Dal parcheggio sopra il borgo di Oneta prendere la mulattiera che sale tra due case, curvare subito a destra e proseguire per Sentino; dopo la piazzetta lasciare la strada asfaltata e seguire il tratturo verso destra che giunge a Costa dei Lupi a una fontana abbeveratoio. Cosa fare e cosa vedere in Val Brembana? Continuare per il sentiero che conduce sulla strada comunale di San gallo/Dossena, da percorrere per arrivare alla chiesa di San Gallo. var s = d.createElement(sc), p = d.getElementsByTagName(sc)[0]; Durante il tuo soggiorno da Locanda dei Cantù potrai incamminarti per le vie che attraversano il centro storico di Carona e percorrere il … Mi spiego megli, Chi in questo periodo non sogna di chiudere gli oc, Quando abbiamo scattato questa foto a Locarno già, Vedere Torino dall'alto è una delle cose che ti c, Ma anche i vostri bambini quando escono da scuola/, Vogliamo portare un po' di leggerezza e pensieri p. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la … Cosa vedere in Val Brembana? Le aspettiamo in terra bergamasca a braccia aperte!! Il Casinò di San Pellegrino, ingresso del centro benessere QC Terme. Quando termina il bosco, dopo una breve discesa, si apre davanti a noi la spettacolare Piana della Mussa, con un “posa” pozza incastonata in una cornice che racchiude come sfondo il Monte Menna e Arera. La via ferrata percorre il versante seguendo inizialmente il grande zoccolo di destra per poi risalire le pareti delle torri sommitali. Le vie si congiungono a circa 15 minuti di cammino dalla partenza, ad una quota di 1040 m, per poi proseguire fino ad incontrare la 'strada piana' a quota 1110 m; effetti di una valanga e malattie arboree hanno portato al taglio completo della vegetazione nel tratto successivo, da cui si può godere un'ampia visuale in attesa che le piantumazioni effettuate tornino a dare al bosco il suo aspetto d'origine. A Lenna si organizzano lezioni a cavallo per tutti i livelli. L a Valle Brembana, racchiusa dai contrafforti delle Alpi Orobie, si estende nel cuore dell'alta Lombardia e deve la sua forte identità culturale proprio alla sua posizione che nel passato non ha favorito i collegamenti con le valli circostanti.. La Valle Brembana offre l'opportunità di praticare molteplici sport in tutte le stagioni dell'anno grazie … Percorsi e Sentieri a Piazzatorre. Ad Oneta, inoltre, potrai visitare la Casa di Arlecchino. Si tratta di una struttura dove l’opera artistica dell’uomo incontra armoniosamente la natura. Torniamo oggi in Lombardia, in Val Brembana, grazie alla bravissima e instancabile Chiara e alla sua famiglia: sempre alla ricerca di nuove passeggiate da testare, oggi ci condurrà al Rifugio Balicco partendo dalla strada per il Passo San Marco.Pronti a seguirla e a scoprire questo nuovo splendido luogo? Non potevo che iniziare l’elenco delle cose da vedere in Val Brembana con Cornello dei Tasso, uno dei Borghi più Belli … Proseguire sulla strada che fiancheggia la chiesa verso località Foppa fino a giungere a una cappella. Il sentiero prosegue in piano fino a Passo del Sapplì, quota mt. Estate. Raggiungere la Val Brembana è piuttosto semplice. La pendenza è molto elevata. Il sentiero è faticoso ed a tratti un po’ esposto, ma la fatica è altamente ripagata dal panorama su San Pellegrino Terme, sulle Prealpi Orobie, sulle Alpi Retiche e dalla soddisfazione che si prova arrivando in cima. Itinerari Val Brembana. È possibile fare un giro ad anello: superando Cornalita e costeggiando il torrente della Val Grande lungo una strada sterrata nel bosco si raggiunge la Ciclovia della Valle Brembana che, in direzione nord, riporta al parcheggio.